La banca dati documentale sul lavoro
Ricerca semplice Ricerca avanzata Ricerca incrociata
Quadro di riferimento per gli interventi FSE da attuare in risposta al COVID-19

La pandemia da COVID-19, dichiarata emergenza di rilevanza internazionale nel gennaio 2020 dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, ha spinto l'Unione europea ad adottare nel minore tempo possibile, una serie di misure di contrasto, definendo le proprie linee di indirizzo multi settoriali, le disposizioni in materia di aiuti di stato, occupazione e Fondi strutturali e di investimento (Fondi SIE). A tale riguardo, gli Stati membri possono utilizzare gli importi nell'ambito dell'obiettivo "Investimenti in favore della crescita e dell'occupazione", a carico del FSE e del FESR, per sostenere le operazioni dirette a superare gli effetti della crisi nelle regioni maggiormente colpite, preparando allo stesso tempo le basi per una ripresa verde, digitale e resiliente delle economie. A livello nazionale, il documento sottolinea quindi che tutti gli interventi di contrasto al COVID-19 sono coerenti con le priorità di intervento del FSE, come previsto dal DPR n. 22/18 e successive modificazioni. Vengono quindi descritte le operazioni finanziabili, con particolare riguardo alle nuove, queste ultime nell'ambito degli obiettivi tematici 10 ("Investire in istruzione, formazione e apprendimento") e 11 ("Migliorare l'efficienza della Pubblica amministrazione"), che si aggiungono alle misure per il lavoro (sostegno alla CIGD, al telelavoro, alle forme flessibili di organizzazione, ai lavoratori autonomi e alle PMI). Vengono quindi chiariti alcuni aspetti connessi all'esigenza dell'Autorità di gestione di rimodulare interventi in corso e successivamente sospesi per effetto delle restrizioni imposte dall'emergenza sanitaria. Il documento quindi illustra gli aspetti generali delle modalità di controllo nell'attuale fase emergenziale, nell'ottica di consentire la continuità degli interventi finanziati, nonostante le verifiche di primo livello abbiano subito un forte rallentamento per via dell'attivazione della modalità smart working a livello diffuso. Viene quindi trattato il tema relativo alle procedure di riprogrammazione dei PO, distinguendo tra le modifiche che richiedono e non richiedono l'approvazione della Commissione, nonché la messa a disposizione di nuovi indicatori, proposti dalla Commissione, per fornire gli elementi informativi necessari al monitoraggio della spesa degli interventi diretti al contrasto della pandemia da COVID-19.

Apri: Quadro di riferimento per gli interventi FSE da attuare in risposta al COVID-19  pdf 5 MB

Soggetto emanante: ANPAL
Autore:
Data:
Tipologia: Documenti di programmazione nazionale
Parole chiave: fse   fondi strutturali 2014-2020   programmazione 2014-2020   programma operativo nazionale (pon)   finanziamenti comunitari   istruzione e formazione   mercato del lavoro   politiche attive del lavoro   politiche comunitarie   politiche di contrasto alla crisi   occupazione  

Documenti correlati
Parere del Comitato economico e sociale europeo 10 luglio 2020, n. ECO/523
Conclusioni del Consiglio europeo, 17-21 luglio 2020, n. EUCO 10/20
Regolamento del Parlamento europeo e del Consiglio, 20 aprile 2020, n. 0054/2020
Comunicazione della Commissione europea, 2 aprile 2020, COM(2020) 138 def.
Notifica della Commissione europea, 21 maggio 2020, C(2020) 3482 def.
COVID-19: il piano di ripresa della Commissione europea e il nuovo programma di lavoro 2020. Nota di approfondimento

Nella rete
ANPAL Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Oakley skidglasögonGHD Plattång,Kate Spade handbags online,Planchas de pelo ghd baratas,Nike Air Jordan Shoes outlet nz,Herve Leger Rea,UGG hombre madrid,Isabel Marant homme pas cher,Piumini Duvetica Uomo Milano,Nike Air Max rea Sverige 2016,Billiga UGG Stövlar rea,Canada Goose jack dam,moncler hombre online,Canada Goose outlet baratas,Christian Louboutin Outlet Online,Chrome Hearts outlet Italia,Hollister Outlet,moncler Jacka Dam