La banca dati documentale sul lavoro
Ricerca semplice Ricerca avanzata Ricerca incrociata
Il Green Deal europeo e la politica di coesione. Nota di approfondimento

A cura della Linea Benchmarking Nazionale ed Internazionale - Direzione Studi e Ricerche di ANPAL Servizi. Il cambiamento climatico e le conseguenti implicazioni non solo dal punto di vista ambientale, ma anche economico e sociale, sono fonte crescente di preoccupazione tra i cittadini e le Istituzioni dell'Unione europea. A seguito dell'insediamento della Commissione europea (mandato 2019-2024), le politiche per il clima rientrano così al primo posto negli orientamenti politici, costituendo la sfida più pressante che l'Unione si trova ad affrontare nel prossimo decennio. Con il varo del Green Deal, la Commissione intende perciò trasformare l'Europa in una società giusta e prospera, dotata di un'economia moderna, efficiente sotto il profilo delle risorse e competitiva e in cui la crescita economica risulta dissociata dall'uso delle risorse. Le ripercussioni sono anche sul mercato del lavoro nonché sulla politica di coesione europea: si tratta infatti di una strategia di crescita capace di creare nuove imprese, occupazione in settori ad elevato potenziale di sviluppo, assieme a maggiori investimenti. Al tempo stesso, obiettivo dell'Unione Europea è di assicurarsi una posizione di leadership in termini di protezione sociale, di innovazione, di imprenditorialità competitiva. Attraverso il Green Deal e gli strumenti da esso previsti, è anche possibile accompagnare il processo di transizione digitale delle imprese verso nuove tecnologie a basso impatto ambientale, con opportunità di lavoro, anche più flessibili, attraverso l'adeguamento delle necessarie competenze. In questo contesto, il contributo offerto dal nuovo ciclo di programmazione del Fondo Sociale Europeo Plus (FSE+), risulta essenziale per sostenere l’adeguamento professionale per passare da settori in declino a quelli in espansione, adattandosi ai nuovi processi. Tutto ciò può creare inoltre un contesto adatto a riforme fiscali su larga scala in grado di abolire gli incentivi ai combustibili fossili, allentare la pressione fiscale sul lavoro per trasferirla sui settori inquinanti, tenendo anche conto degli aspetti sociali collegati.

Apri: Il Green Deal europeo e la politica di coesione. Nota di approfondimento  pdf 1 MB

Soggetto emanante: ANPAL Servizi
Autore:
Data:
Tipologia: Studi e ricerche
Parole chiave: politiche ambientali   politica industriale   politiche comunitarie   fondi strutturali   finanziamenti comunitari   mercato del lavoro   occupazione   politiche attive del lavoro  

Documenti correlati
Comunicazione della Commissione europea, 14 gennaio 2020, COM(2020) 14 def.
Comunicazione della Commissione europea, 14 gennaio 2020, COM(2020) 22 def.
Risoluzione del Parlamento europeo del 15 gennaio 2020, n. 2020/0005
Comunicazione della Commissione europea, 14 gennaio 2020, COM(2020) 21 def.
Comunicazione della Commissione europea, 11 dicembre 2019, COM(2019) 640 def.
Un'Unione più ambiziosa. Il mio programma per l'Europa. Orientamenti politici per la prossima Commissione europea 2019-2024

Nella rete
ANPAL Servizi
Commissione Europea
Unione Europea
Oakley skidglasögonGHD Plattång,Kate Spade handbags online,Planchas de pelo ghd baratas,Nike Air Jordan Shoes outlet nz,Herve Leger Rea,UGG hombre madrid,Isabel Marant homme pas cher,Piumini Duvetica Uomo Milano,Nike Air Max rea Sverige 2016,Billiga UGG Stövlar rea,Canada Goose jack dam,moncler hombre online,Canada Goose outlet baratas,Christian Louboutin Outlet Online,Chrome Hearts outlet Italia,Hollister Outlet,moncler Jacka Dam