La banca dati documentale sul lavoro
Ricerca semplice Ricerca avanzata Ricerca incrociata
Decreto Legge 14 agosto 2020, n. 104

"Misure urgenti per il sostegno e il rilancio dell'economia". Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 203 del 14 agosto 2020, il DL di cui si tratta è composto da 115 articoli ed interviene in materia di coesione territoriale, di scuola e di università, di salute, di sostegno al rilancio economico, ma soprattutto di lavoro, a cui è dedicato tutto il Capo I (artt. 1-26). A riguardo si segnala, tra gli altri, l'art. 1 che, in materia di trattamenti di cassa integrazione ordinaria, assegno ordinario e CIGS, dispone l'incremento di ulteriori nove settimane, per un totale di 18, da collocarsi nel periodo ricompreso tra il 13 luglio 2020 e il 31 dicembre 2020. L'art. 3 prevede, al fine di fronteggiare l'emergenza COVID-19, l'esonero dal versamento dei contributi previdenziali ai datori privati che non richiedono l'utilizzo degli ammortizzatori sociali. L'art. 4 introduce modifiche al Fondo Nuove Competenze, estendendo anche al 2021 quanto già previsto per l'anno in corso, con l'incremento di ulteriori risorse pari a 200 milioni di euro per l'anno 2020 e di ulteriori 300 milioni di euro per il 2021. All'art. 5 sono dettate nuove disposizioni in materia di NASpI e DIS-COLL, con la proroga delle predette prestazioni, il cui periodo di fruizione termini tra il 1° maggio 2020 e il 30 giugno 2020, di ulteriori due mesi. L'art. 6 prevede che, fino al 31 dicembre 2020, ai datori che assumono lavoratori subordinati a tempo indeterminato, è riconosciuto l'esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali a loro carico, per un periodo massimo di sei mesi, nel limite massimo di un importo di esonero pari a 8.060 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile. In materia di contratti a tempo determinato, l'art. 8 prevede, ferma restando la durata massima complessiva di ventiquattro mesi, il rinnovo o la proroga per un periodo massimo di dodici mesi e per una sola volta. L'art. 14 proroga le disposizioni in materia di licenziamenti collettivi e individuali per giustificato motivo oggettivo. In materia di Reddito di emergenza (Rem), l'art. 23 dispone, ferme restando le erogazioni già concesse, il riconoscimento di una quota pari a 400 euro ai nuclei familiari in possesso di specifici requisiti, da richiedersi entro il 15 ottobre 2020.

Apri: Decreto Legge 14 agosto 2020, n. 104  pdf 2 MB

Soggetto emanante: Governo Italiano
Data:
Tipologia: Decreti Legge
Parole chiave: ammortizzatori sociali   occupazione   politica sociale   politica economica   fasce deboli   finanza pubblica   lavoro subordinato   mercato del lavoro   cassa integrazione guadagni  

Documenti correlati
Legge 17 luglio 2020, n. 77, di conversione, con modificazioni, del "Decreto Rilancio". Nota di approfondimento e focus sul Reddito di emergenza
Decreto Legge 19 maggio 2020, n. 34 "Decreto Rilancio". Nota di approfondimento
Decreto Legge 19 maggio 2020, n. 34
Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18 "Cura Italia". Nota di approfondimento
Decreto Legge 17 marzo 2020, n. 18

Nella rete
Presidenza del Consiglio dei Ministri
Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali
Ministero dell'Economia e delle Finanze
Oakley skidglasögonGHD Plattång,Kate Spade handbags online,Planchas de pelo ghd baratas,Nike Air Jordan Shoes outlet nz,Herve Leger Rea,UGG hombre madrid,Isabel Marant homme pas cher,Piumini Duvetica Uomo Milano,Nike Air Max rea Sverige 2016,Billiga UGG Stövlar rea,Canada Goose jack dam,moncler hombre online,Canada Goose outlet baratas,Christian Louboutin Outlet Online,Chrome Hearts outlet Italia,Hollister Outlet,moncler Jacka Dam